Cos’hanno in comune Radicamento e Resilienza?

Riflettevo sul radicamento stamattina all’alba quando dalla finestra osservavo le piante del mio giardino completamente immobili nel loro stare, luminose e maestose, tranquille.

Guardandole, mi è sorta questa considerazione: la loro compostezza e magnificenza, verticalità ed equilibrio, sono dati dal loro essere totalmente radicate.
Se non lo fossero piano piano si inclinerebbero, cadrebbero a terra e poi morirebbero.

Allora ho pensato:

Cos’è il radicamento per noi esseri umani?

Il radicamento è la capacità di stare sui propri piedi, la sensazione chiara e netta di avere un centro e una solidità intrinseca che ci fa agire con coerenza e fermezza.

Quindi mi son chiesta quali qualità dell’Essere sostengono tutto ciò, e subito ho capito che sono principalmente due:

la Volontà che attinge alla fiducia in se stessi e nelle proprie intenzioni,
la Forza che sprigiona dal coraggio di affermare chi si è in modo autentico e potente.

Quindi essere radicati significa avere fiducia e coraggio in se stessi … e questo mi pare una buona riflessione.

Quando non lo siamo, infatti re-agiamo automaticamente alle situazioni e perdiamo il nostro centro… in qualche modo viviamo come zombi e ci pieghiamo un po’ per volta per cadere infine a terra, morti, come piante abbattute.

 

Ora è passato mezzogiorno e riguardo il giardino.

C’è un bel vento e le chiome delle piante sono scosse. Nei momenti di massima potenza del vento, si piegano allo spasmo e poi ritornano su.  Wow che capacità di resilienza!

Seguendo il filo del pensiero di stamattina, ho quindi riflettuto su questo nuovo aspetto.

La resilienza pare opposta al radicamento: è forse la capacità di essere flessuosi e di adattarsi agli avvenimenti esterni, di lasciarsi colpire senza porre resistenza? Forse sì, ma c’è di più.

Cos’è la resilienza per noi?

La resilienza, per noi esseri umani, è la capacità di rispondere in modo adeguato alle situazioni senza perdere il proprio centro e integrità.

Quale qualità dell’Essere sostiene tutto ciò, mi son chiesta? Immediatamente mi è arrivata la risposta:

è la Curiosità contenuta nella Gioia Essenziale.

Sì, per essere resilienti, la prima cosa che possiamo fare è di attingere al desiderio e all’intenzione di conoscere, esplorare, sperimentare.

Solo così possiamo trovare la giusta risposta a ciò che accade dentro e intorno a noi.

Per fare ciò, però, abbiamo bisogno di essere radicati: coraggiosi e fiduciosi.

Quindi la resilienza è imprescindibile dal radicamento.
Se non ha radici forti la pianta non potrebbe ritornare sù… cadrebbe e morirebbe come detto prima.
Analogamente, se non abbiamo radicamento non possiamo trovare la giusta risposta che il momento presente esige.

Nell’essere resilienti, Forza e Coraggio, Fiducia e Creatività, si muovono simultaneamente nel sistema, si compenetrano e si fondono donando chiarezza e stabilità. Se non abbiamo radicamento non possiamo essere resilienti.

Chiaro, no?


Sei d’accordo?
Cosa pensi di queste riflessioni?
Resilienza e radicamento cosa sono per te?

Osserva la natura: lei ci insegna sempre qualche cosa.

Esplora le tue idee o convinzioni e condividi, se vuoi, le tue risposte.
Sono veramente curiosa di sapere la tua opinione.

Per approfondire vedi anche questo articolo che parla di creatività e resilienza

 

Foto di Wolfgang Engel da Pixabay

Add Comment

Privacy Policy Cookie Policy